L'importanza del marketing mix
blog
17 Mar 2021

L'importanza del marketing mix

L'importanza del marketing mix

Una volta giunto fin qui è praticamente certo che tu abbia a che fare con un'impresa – probabilmente la tua – e che sia alla ricerca di informazioni e dritte per farla decollare online con una strategia di marketing vincente. Ed è proprio per casi come il tuo che viene in soccorso il marketing mix una combinazione di variabili, dette leve decisionali, che le aziende usano (o dovrebbero usare) per conseguire i propri scopi. Ma andiamo a vedere come funziona ed in che modo può tornare utile.

 

  • Marketing mix definizione
  • The marketing mix 4ps
  • L'evoluzione del marketing mix
  • Il modello delle 4C
  • Conclusioni

Marketing mix definizione

In aggiunta a quanto sopra esposto, così da dare una ulteriore esplicitazione di cosa significhi, ti diciamo che il marketing mix è alla base del cosiddetto marketing operativo. Mediante la combinazione delle leve di marketing, sapendolo sfruttare si può realmente puntare ad raggiungere obiettivi di breve e medio termine che siano in linea con gli obiettivi strategici di marketing di lungo periodo. Bisognerà però prestare attenzione a tutti i dettagli con la massima attenzione.

The marketing mix 4ps

Volendo ulteriormente riassumere, è possibile avvalersi della legge delle 4 P (the marketing mix 4p) che fu formulata da Philip Kotler, professore ed uno dei maggiori esperti mondiali di marketing. Egli la suddivise in 4 momenti fondamentali:

  1. Product (Prodotto)
  2. Price (Prezzo)
  3. Place (Punto vendita o distribuzione)
  4. Promotion (Promozione, Comunicazione).

L'obiettivo principale dovrà essere calibrare nel migliore dei modi questi elementi. In questo modo sarà possibile ottenere successo atteso nel mercato di riferimento, oggi aggredito con sempre maggiore veemenza dai competitor, soprattutto nell'online. Scendendo nel dettaglio:

 

  1. Il Prodotto è il bene concreto o il servizio non tangibile che si mette a disposizione (in vendita) nel mercato al fine di soddisfare il bisogno del consumatore: è dunque alla base di tutto. Va considerato nella sua interezza, anche nel ciclo di vita e, soprattutto, nei suoi tratti distintivi (design, imballaggio etc...) che lo rendono particolare se non addirittura unico.
  2. Il Prezzo è il valore di scambio, la cifra effettiva che il consumatore finale è disposto a sborsare per l'acquisto del prodotto: pertanto è chiaro che tale parametro è profondamente legato al valore percepito dal cliente, oltre che dal costo concreto ed oggettivo dello stesso. Si tratta di una variabile differente in quanto produce ricavi e non costi come le altre.
  3. Il Punto vendita sintetizza tutte le strategie mediante le quali il prodotto sarà distribuito al cliente nei luoghi o nei canali prescelti: comprenderlo significa capire come fare ad individuare il metodo maggiormente adatto ad un prodotto rispetto ad un altro.
  4. La Promozione racchiude tutte le tecniche di comunicazione e le strategie usate nel marketing aziendale, con l'obiettivo dichiarato ed evidente di aumentare la riconoscibilità e, quindi, anche il valore del prodotto o del servizio (conseguentemente anche del brand), agli occhi del cliente finale.

 

L'evoluzione delle 4p del marketing 

 

1. Process (Processo) - Tutti i processi che riguardano, a più livelli, la fruizione di un servizio da parte del cliente finale;

 

2.Physical evidence (Evidenza fisica) – Il feedback del cliente che ha usufruito del bene o del servizio che può senza dubbio generare attrattività o aumentare le fiducia percepita in altri.



Il modello delle 4C

Un'altra teoria mette al centro di ogni strategia gli interessi del cliente ancor prima di quelli del venditore. Per questo è nato un altro modello, quello delle quattro C, eccole:

 

  1. Customer solutions al posto di Prodotto: il cliente vuole individuare, anche acquistandola, una soluzione ai propri problemi;
  2. Customer cost al posto di Prezzo: Il cliente vuole prima sapere il costo totale del prodotto o del servizio;
  3. Customer convenience al posto di Punto Vendita: il cliente vuole comprendere quale sia la propria convenienza, sia in termini di costi che di quantità e di facilità da raggiungere;
  4. Customer communication al posto di Promozione: il cliente desidera una comunicazione reciproca con l'azienda da cui vuole comprare qualcosa.

LEGGI ANCHE: Cos'è il Data Driven Marketing




Conclusioni

Appare evidente ed ovvio che per qualsiasi azienda sia necessario creare un prodotto adeguato alle richieste del mercato, che abbia un prezzo congruo che tenga conto proprio di tutto, anche e soprattutto delle aspettative dei clienti. Sarà importante prendersi cura della rete di distribuzione e pensare bene a come promuovere, pubblicizzare, il medesimo prodotto. Ma, soprattutto, bisognerà immedesimarsi nel cliente finale, conoscerlo e capirlo, solo così si potrà davvero fare breccia nel suo cuore. Tutti i processi che abbiamo elencato vanno tra loro integrati ed ottimizzati, cosicché il servizio appaia eccellente agli occhi del cliente. Un'azienda che non si preoccupa di tutto questo non può essere competitiva nel mercato. Molti lo hanno già capito da tempo e il tempo ha dato loro ragione.

 Non esitare a contattarci per qualunque informazione e per una consulenza.

 

Blog


Consigli, approfondimenti e curiosità sul mondo del Web Marketing.

L’incentivo intelligente per “digitalizzare” la tua impresa

Vuoi finalmente entrare nel mondo del digital marketing ma hai delle spese contingentate? Eccoti un incentivo che può fare al caso tuo.

Protempo il primo degli applicativi di Inscaenam

Scopri gli applicativi di Inscaenam. Il nuovo software che offre soluzioni digitali per le imprese dello spettacolo.

Seonweb - mettiti in contatto con noi

Mettiti in contatto con noi

Rivolgersi a dei professionisti è importante in qualsiasi settore, soprattutto sul web. Se vuoi che il tuo sito sia il tuo fiore all'occhiello, contattaci adesso per un preventivo veloce e gratuito

Richiedi un preventivo