Google Search Console: come farsi trovare sul motore di ricerca
blog
16 Dic 2021

Google Search Console: come farsi trovare sul motore di ricerca

 

Se non sei su Google, oggi, non esisti.

E se vuoi puntare ad incrementare il tuo business non puoi non adoperare tutti gli accorgimenti necessari a ottimizzare il tuo posizionamento su questo potente motore di ricerca.
Per riuscirci ci sono parecchie strade, come ad esempio il miglioramento della logica SEO (ne abbiamo parlato in questo articolo). Ma la crescita del proprio brand dipende anche da altri fattori che possono essere monitorati tramite la Google Search Console, uno strumento messo a disposizione gratuitamente proprio da Google. Vediamo dunque come funziona e che prospettive offre.

 

  1. Google Search Console cos'è
  2. Come usare Google Search Console
  3. Strumenti della Search Console Google
  4. Esaminare il rapporto di Search Console
  5. A chi è rivolta la Google Search Console

 

Google Search Console cos'è

Cercando di fornirti una definizione il più possibile sintetica e comprensibile che possa introdurti all'argomento, ti diciamo subito che la Console Search Google è uno strumento che ti dà la possibilità di gestire e monitorare il tuo andamento nei risultati di ricerca Google, risolvendone gli eventuali problemi che dovessero essere riscontrati. Search Console Google ti dà la possibilità di capire e migliorare come il più grande motore di ricerca del pianeta vede il tuo sito web.

 

 

Come usare Google Search Console

Partiamo dai requisiti: puoi usarla se hai uno di questi browser: Chrome, Firefox, Safari, Edge.
Devi attivare cookie e JavaScript e devi naturalmente possedere un valido Google Account. I passaggi:

1.   Registrazione gratuita

2.    Aggiunta e verifica della proprietà del sito

 

Un ruolo fondamentale lo svolge, in particolare, il secondo passaggio: dovrai essere in grado di dimostrare la proprietà del tuo sito web per ottenere l'accesso completo ai dati sensibili del medesimo sito.
Puoi aggiungere una nuova proprietà oppure sceglierne una non ancora verificata. 

Per aggiungere una nuova proprietà:

·       Apri il menu a discesa del selettore di proprietà in qualsiasi pagina della Search Console. 

·       Seleziona “+ Aggiungi proprietà” nel menu a discesa. 

·       Scegli il tipo di proprietà da aggiungere (proprietà del prefisso url, proprietà dominio, proprietà ospitata da Gooogle.

A questo punto dovrai scegliere un metodo di verifica e potrai scegliere tra il caricamento di un file html, il tag html, il codice di monitoraggio di Google Analytics, il Google Tag Manager, l'Account Google Sites, Blogger o Domains, il Provider del nome di dominio.

 

Strumenti della Search Console Google

Come detto, accedendo tu potrai avere la possibilità di ottenere un'enorme quantità di dati ed indicazioni, individuando tutti i punti deboli e di forza del tuo sito. Entrando più nel dettaglio, sarà possibile:

·       Eseguire la scansione del sito, anche al fine di comprendere se esso è trovato da Google;

·       Vedere i dati relativi al traffico di ricerca Google del sito come la frequenza di visualizzazione, query di ricerca che mostrano il sito, la frequenza di click-through degli utenti per le medesime query ed altro;

·       Trovare la soluzione per eventuali problemi di indicizzazione;

·       Chiedere a Google una nuova indicizzazione di nuovi contenuti o rinnovati;

·       Essere avvisato qualora vengano riscontrate difficoltà di indicizzazione, spam o altri problemi;

·       Comprendere se Google trova le pagine;

·       Capire chi ti ha linkato;

·       Risolvere problematiche di AMP, usabilità su mobile e altre funzioni di ricerca;

·       Gestire proprietà e impostazioni (aggiungere, rimuovere, spostare);

·       Monitorare la copertura di AMP, risultati multimediali, Sitemap, traffico sul sito da Google, usabilità su dispositivi mobili;

·       Ricevere avvisi quando Google riscontra problemi di indicizzazione, spam o di altro tipo sul tuo sito. 

·       Verificare se il sito è stato compromesso o viola le norme di Google;

·       Bloccare pagine o immagini o siti che linkano;

·       Inviare la Sitemap.

 

Esaminare il rapporto di Search Console

Riuscire a comprendere le parti fondamentali di un rapporto Search Console è un passo fondamentale di qualsiasi strategia di rilancio aziendale tramite il web. In tal senso bisognerà iniziare comprendere come usare la barra di navigazione, il selettore di proprietà, la barra degli strumenti, la guida per la pagina corrente, le impostazioni utente ed il riquadro dei messaggi. 

I dati della Search Console vengono uniti a quelli di Analytics tramite la Pagina di destinazione in cui è possibile visualizzare la correlazione fra i dati pre-clic (ad es. query e impression), e i dati post clic (es. transazioni e frequenza di rimbalzo).

La Search Console è in grado di fornire:

1.     Rapporto Pagine di destinazione, che elenca le pagine di destinazione del sito considerato includendone metriche di acquisizione, comportamento e conversione per tutti gli url di pagina associati.

2.     Rapporto Paesi, con cui puoi comprendere quali siano i paesi che generano rendimento migliore per ciò che concerne ricerca e coinvolgimento utenti.

3.     Rapporto Query, con cui viene mostrato un elenco delle query di ricerca Google che hanno determinato impression degli URL del sito web tra i risultati della ricerca organica del motore di ricerca.

4.    Rapporto dispositivi, che dà la possibilità di capire in quali dispositivi avviene il miglior rendimento per quanto riguarda coinvolgimento degli utenti e ricerca (es. tablet, smartphone, pc).

 

A chi è rivolta la Google Search Console

Inutile girarci intorno: può essere utile a chiunque abbia un sito web da cui nutre  in qualche modo aspettative. Non importa la competenza, è tutto molto intuitivo.

Di sicuro è uno strumento validissimo per chi fa business tramite il proprio sito, dunque è ideale per chi possiede un'attività commerciale il quale deve essere a conoscenza delle regole base per l'ottimizzazione del sito da cui intende ottenere dei ricavi.

Senza dubbio è utile anche agli esperti SEO ed ai professionisti del marketing online che potranno ottimizzare i ranking, monitorare il traffico del sito ed usare le informazioni come una sorta di guida Google Search Console per fare analisi di mercato e prendere decisioni specifiche.

Tutti gli sviluppatori web dovrebbero usarlo per comprendere se ci siano errori nei dati strutturati di un sito, così come gli amministratori dei siti che devono essere a conoscenza di eventuali errori o problemi di sicurezza, ma anche che le manutenzioni avvengano senza problemi.

Insomma,  è un valore aggiunto per tutti e tanti non riescono più a farne a meno.

Non di Seonweb ci serviamo di questi e altri strumenti Google per aiutarti a ottimizzare le tua pagine web e farti raggiungere dal maggior numero di clienti interessati. Contattaci per saperne di più.

Blog


Consigli, approfondimenti e curiosità sul mondo del Web Marketing.

Corso sul Digital Marketing e gli Strumenti Google dedicato agli imprenditori

Seonweb e Ferdeconsulting realizzano un corso di introduzione al Digital Marketing per tutti gli imprenditori del territorio. Partecipa gratuitamente con il fondo FormAzienda.

Donnafugata al primo posto per l’Osservatorio Digitale delle Cantine italiane.

I nostri partner Donnafugata hanno conquistato la vetta della classifica dell'Osservatorio Digitale riguardo allo stato di digitalizzazione delle più grandi cantine Italiane.

TOFU, MOFU, BOFU: significato e come creare contenuti per il tuo marketing funnel

Sai di cosa si parla quando si menziona il Funnel Marketing? E come si costruisce un Funnel di marketing?

Seonweb - mettiti in contatto con noi

Mettiti in contatto con noi

Rivolgersi a dei professionisti è importante in qualsiasi settore, soprattutto sul web. Se vuoi che il tuo sito sia il tuo fiore all'occhiello, contattaci adesso per un preventivo veloce e gratuito

Richiedi un preventivo